Settore
Biotecnologie e nanoparticelle per il cancro metastatico

Fondatori
M.Cano, A. Villaverde, E. Vasquez, R. Mangues

Nanoligent è un'azienda spagnola, nata da uno spin-off universitario, la cui missione è migliorare la vita dei pazienti progettando nuovi farmaci che colpiscono selettivamente le cellule colpite dalla malattia. Con questo approccio Nanoligent ha sviluppato trattamenti più efficaci e con minori effetti avversi rispetto ai farmaci classici. Nanoligent progetta i suoi nuovi farmaci utilizzando lo stato dell'arte dell'ingegneria proteica e della nanobiotecnologia. Il primo progetto realizzato è un nuovo farmaco antimetastatico: poiché il cancro è la seconda causa di morte a livello mondiale, c'è un urgente bisogno di trattamenti più efficaci e personalizzati dei tumori. Lo sviluppo di metastasi è la principale causa di morte dei pazienti nella maggior parte dei tipi di tumore, ma il controllo delle metastasi nel cancro è ancora un'esigenza medica insoddisfatta. L'attuale approccio basato sulla chirurgia e la chemioterapia convenzionale possono essere migliorati utilizzando nuove tecnologie. Il primo progetto di Nanoligent è una nanoparticella proteica autoassemblante che uccide selettivamente le cellule metastatiche. Questo nanoconiugato ha come bersaglio i recettori CXCR4 che sono sovraespressi nelle cellule metastatiche di molti tipi di cancro. I risultati preclinici sono molto promettenti: i risultati in vivo mostrano che il nanoconiugato caricato con il farmaco Nanoligent si accumula nel tumore primario e nei focolai metastatici, con una presenza trascurabile nel fegato, nel rene, nel cervello o in altri organi. Il risultato è una riduzione significativa del numero di focolai metastatici e una tossicità molto bassa sulle cellule normali. Nanoligent sta attualmente completando lo sviluppo preclinico al fine di ottenere l'approvazione per la prima sperimentazione sull'uomo.